Tesori di Roma: foto di Roma gratis

Fori Imperiali

Fori Imperiali
Fori Imperiali

LA STORIA DEI FORI IMPERIALI

A partire dal VII sec. a.C., quando fu bonificata e pavimentata, la Valle del Foro conobbe una crescita edilizia costante, che già alla fine della Repubblica la rese congestionata e senza ulteriori possibilità di sviluppi. Cesare costruì un nuovo complesso monumentale, che fu presentato come un semplice ampliamento di quello repubblicano, ma che nella realtà segnò l'inizio della creazione dei Fori Imperiali. Tra il I sec. a.C. e il II sec. d.C. sorsero uno a fianco all'altro e senza soluzione di continuità il Foro di Cesare, quello di Augusto, il Templum Pacis, il Foro di Nera e quello di Traiano. A differenza del Foro Romano, dove gli edifici pubblici erano cresciuti in tempi diversi e senza un progetto urbanistico preordinato, i Fori Imperiali vennero creati con sistematicità e con maggiore regolarità, oltre che con dimensioni così colossali che l'imperatore Costanze II, figlio di Costantino, giungendo a Roma nel 357 dalla nuova capitale Costantinopoli, ne rimase assai colpito. I Fori Imperiali, tuttavia, nacquero per ospitare le stesse strutture e per assolvere alle stesse funzioni pubbliche e sociali del Foro repubblicano. Ad esclusione del Foro di Traiano, gli altri complessi si presentavano uniformi tra loro, pur nelle dimensioni diverse: una piazza perticata con una statua colossale al centro e un tempio sul fondo, come punto focale dell'intera costruzione. Il Foro di Traiano, invece, rappresentò la sperimentazione più ardita, non solo nell'organizzazione dello spazio, ma anche nella ricerca di soluzioni innovative nei singoli edifici che lo componevano. Nel desiderio di renderli più rappresentativi, i nuovi Fori vennero esclusi dalle correnti di traffico veicolare, isolandoli con alti muri di recinzione. Tale scelta portò nel tempo al loro progressivo abbandono, ma la loro lenta trasformazione durante il Medioevo e il Rinascimento ci ha consegnato, grazie agli scavi recenti, una stratificazione storica estremamente ricca. Le ultime indagini archeologiche, promosse dalla Sovraintendenza Comunale in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Roma, hanno recuperato allo studio e alla fruibilità pubblica ca. 15.000 mq. di aree archeologiche nel cuore di Roma, che, sommandosi a quelle già scavate in precedenza, rappresentano oltre il 50% di tutti i Fori Imperiali.

Pianta dei Fori Imperiali
Pianta dei Fori Imperiali